Infortunio sul lavoro: in cosa consiste

Durante lo svolgimento delle sue mansioni, il lavoratore è costantemente esposto al rischio di eventi infortunistici che potrebbero compromettere temporaneamente o permanentemente il suo stato di salute, nonché pregiudicare lo svolgimento stesso dell’attività lavorativa o causare, in casi estremi, il decesso.

La media degli infortuni sul lavoro in Italia è di circa 1 milione all’anno di cui 1200 mortali.

Le malattie professionali riconosciute sono circa 50.000 ogni anno.

Nell’ambito della sicurezza sul posto di lavoro, è possibile identificare la causalità del rischio in tre ordini di fattori: tecnici, umani e accidentali.

 

Infortunio sul lavoro: cosa fare

Il fattore accidentale del rischio non è mai del tutto eliminabile, ma è suscettibile di concreta riduzione, solo se gli altri due fattori, quello tecnologico e quello umano, vengono controllati e ridotti al minimo. La tempestività dei soccorsi determina un calo dell’incidenza sia della mortalità che dei residuati invalidanti, pertanto l’azienda è tenuta a designare, tra i lavoratori, secondo il D. lgs. 81, degli incaricati al pronto soccorso, i quali non possono se non per giustificato motivo, rifiutare la designazione. Essi devono essere formati e disporre di attrezzature adeguate, tenendo conto dei rischi specifici dovuti alla tipologia di attività dell’azienda o dell’unità produttiva.

L’addetto al primo soccorso ha l’obbligo di prestare assistenza, di allertare i soccorsi qualificati e, qualora si verifichi un aggravamento del danno, sarà perseguibile solo su querela del danneggiato, il quale dovrà essere in grado di dimostrare di aver subito manovre non conformi alle competenze comuni.

 

Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro

L’Inail, è un Ente pubblico non economico che gestisce l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Allo scopo di preservare l’integrità della salute dei lavoratori, anche a seguito delle recenti innovazioni normative, l’Inail ha assunto sempre più le caratteristiche di sistema integrato di tutela, che va dallo studio delle situazioni di rischio, agli interventi di prevenzione nei luoghi di lavoro, alle prestazioni sanitarie ed economiche, alla cura, riabilitazione e reinserimento nella vita sociale e lavorativa di coloro che abbiano subito danni fisici a seguito di infortunio o malattia professionale.
L’assicurazione (obbligatoria per tutti i datori di lavoro che occupano lavoratori dipendenti e parasubordinati nelle attività che la legge individua come rischiose), tutela il lavoratore dai i danni derivanti da infortuni e malattie professionali causati dalla attività lavorativa, ed esonera il datore di lavoro dalla responsabilità civile conseguente.
Il risarcimento per infortunio sul lavoro è pertanto corrisposto dall’Inail.

 

Infortunio sul lavoro INAIL: cosa fare

La segnalazione dell’incidente occorso al dipendente durante lo svolgimento delle sue mansioni, deve essere inviata per via telematica dal datore di lavoro, attraverso il modulo di denuncia infortunio Inail. Presentata tale dichiarazione, entro e non oltre i tre giorni precedenti la scadenza della prognosi indicata per l’infortunio, il lavoratore è tenuto a recarsi presso gli ambulatori Inail per sottoporsi a visita.

 

Infortunio sul lavoro: risarcimento del danno biologico

Il risarcimento del danno biologico per infortunio sul lavoro consiste nell’indennizzo Inail, conferito al lavoratore coinvolto. Costituisce requisito fondamentale ai fini del riconoscimento del danno biologico per infortunio, che l’evento incidentale sia occorso durante l’orario di servizio o in prossimità del tragitto percorso per raggiungere la sede di lavoro. Il lavoratore può altresì fare istanza di riconoscimento della malattia professionale e relativo indennizzo, solo se sono dimostrabili correlazione e consequenzialità tra l’attività professionale e la patologia insorta.

Il risarcimento è commisurato al tipo di menomazione subita dall’infortunato.

 

Consulenza Medico Legale per Infortunio sul lavoro e malattia professionale

Lo Studio Barulli offre un servizio di consulenza medico legale in tutta Italia per coloro i quali vogliano accertare che una condizione menomante occorsa sul lavoro, rientri nei criteri di riconoscimento di un indennizzo Inail; nel caso in cui tali condizioni sussistano, ci occuperemo della redazione di un parere tecnico, accompagnando il nostro assistito in tutto l’iter di accertamento e valutazione del danno biologico.